Benvenuto a chiunque è alla "ricerca di senso nel quotidiano"



mercoledì 4 dicembre 2019

Religiosità popolare - Preghiere in dialetto - Santa Barbara preghiere di varie regioni



La religiosità popolare di tutte le regioni italiane è ricca di preghiere dialettali, espressione di una cultura religiosa tramandata oralmente di generazione in generazione, per lo più dai nonni ai nipotini.
L'era moderna, purtroppo, tende a cancellare questo patrimonio, infatti le suddette preghiere permangono quasi esclusivamente nei ricordi delle persone più anziane. 

Nel periodo di Avvento del 2016 Padre Gregorio Battaglia, della Fraternità Carmelitana di Pozzo di Gotto - ME - (che i nostri lettori sicuramente conoscono attraverso i post da noi pubblicati) ci chiedeva se fosse stato possibile  pubblicare una preghiera in dialetto siciliano ricordata da una persona anziana che stava attraversando un momento molto difficile, questa richiesta ci ha stimolati a promuovere la pubblicazione di questa forma di devozione appartenente al nostro patrimonio culturale estendendo l'invito ai nostri lettori di tutte le regioni italiane.

Ci farebbe molto piacere avere un riscontro positivo da parte dei nostri lettori, che pertanto invitiamo a inviare il loro contributo o con un messaggio privato in Facebook nella pagina "Quelli della Via" o scrivendo una email alla casella di posta di "Tempo Perso": 
tempo-perso@libero.it .
Vi chiediamo cortesemente di indicare, accanto alla versione dialettale, anche quella in lingua italiana e, nel caso ne foste a conoscenza, di corredarla di diversi particolari (ad esempio se veniva recitata in particolari periodi dell'anno o momenti della giornata, o se rivolta a qualche Santo per chiederne l'intercessione, o a qualunque altra informazione riteniate opportuno fornirci). 


Sarà nostra cura selezionare i suggerimenti, verificandone ovviamente i contenuti, e preparare i post ed anche uno Speciale, sempre disponibile, in cui potere rintracciare con facilità tutte le preghiere.


Preghiere in dialetto

Santa Barbara



Numerose sono le preghiere su Santa Barbara, spesso simili tra loro, espresse nei dialetti delle varie regioni. Di seguito alcuni esempi...

 Lombardia 

Santa Barbara e San Simùn, 
Diu te salvi di saètt e di trun e di lègi di Grisùn.
(A santa Barbara e a San Simone, 
Dio ti salvi dalle saette e dai tuoni e dalle leggi dei Grigioni.)

 A santa Barbàra e a san Simón, 
che i me prutégia di saéti e di tròn.
(A santa Barbara e san Simone, 
perché mi proteggano da saette e tuoni.)


 Friuli Venezia Giulia 

Santa Barbare benedete
vuardimus dal ton e de saete.
(Santa Barbara benedetta
proteggici dal tuono e dalla saetta.)


 Veneto 

Santa Barbara e San Simon
liberene dalla Saetta e dai tron
Santa Barbara Benedetta liberene dalla saetta.
(Santa Barbara e San Simone
liberaci dalla Saetta e dai tuoni
Santa Barbara Benedetta liberaci dal fulmine.)

 Emilia e Romagna 

Santa Bärbra e san Simón 
difendiss dal sajetti a dai trón, 
dal fogh e dala fiama. 
E dala morta subitana liberamus Domine
Santa Barbara e San Simone 
difendeteci dalle saette e dai tuoni 
dal fuoco e dalla fiamma 
E dalla morte istantanea liberaci Signore

Se c’erano familiari fuori casa la “rezdora” aggiungeva: 
“E bendì tutt la famja” 
E benedite tutta la famiglia


 Liguria 

Santa Barbara e San Scimu 
agguardin da o lampo e da-o trun.
(Santa Barbara e San Simone, 
salvaguardateci dal lampo e dal tuono.)


 Campania 

Santa Barbara Benedetta
liberace d”e truone e d”e saette,
mandali a chelli parte oscure
addò nun ce sta nisciuna criatura.
(Santa Barbara Benedetta
liberaci dai tuoni e dai fulmini,
mandali in quei posti oscuri
dove non c'è nessuna persona.)

Santa Barbara, 
affacciate affacciate 
ca mo passane ddoje carrozze, 
una ‘e acqua e una ‘e viento. 
Santa Barbara fai, fa’ bon tiempo.
(Santa Barbara, 
affacciati affacciati
che ora passano due carrozze, 
una d'acqua e una di viento. 
Santa Barbara fai in modo che faccia buon tempo.)


 Puglia 

Vi sono anche Sant'Irene, Sant'Oronzo oltre a Santa Barbara, che vengono invocati durante i temporali. Al rumore secco del tuono, la popolana greco-salentina dice col cuore in pena:

Santu Rini, Santu Ronzu,
Santa Barbara de cità
o vrechi o vrontà,
cacò na min custì,
sto Giosafat na pame emì.
(S. Irene, S. Oronzo,
Santa Barbara di città,
o piove o tuona,
danno non si senta,
a Giosafat andremo noi.)

Si a Sande Barbere chiove assà, 
n’alte e quarande dì a da chendà.
(Se nel giorno di Santa Barbara piove molto
altri quaranta giorni devi contare.)


 Calabria 

LAMPI E TRONA, ITI ARRASSU
Santa Barbara o munti stava;
di lampi e trona nun si scantava,
si scantava d'un sulu Diu,
Santa Barbara, cori miu.
Lampi e trona iti arrassu;
chista è la casa di sant'Ignaziu,
sant'Ignaziu e santu Simuni,
chista è 'a casa di nostru Signuri.
(LAMPI E TUONI, ANDATE AL LARGO
Santa Barbara al monte stava;
di lampi e tuoni non si spaventava,
si spaventava d'un solo Dio,
Santa Barbara cuore mio.
Lampi e tuoni, andate al largo;
questa è la casa di sant'Ignazio,
sant'Ignazio e santo Simone
questa è la casa di nostro Signore.)


 Sardegna 

Santa Barbara e Santu Jaccu 
Osu potais is crais de lampu 
Osu potais is crais de celu 
Non toccheis fillu allenu 
Ne in domu ne in su sattu. 
(Santa Barbara e San Giacomo
Voi avete le chiavi dei lampi
Voi avete le chiavi del cielo
Non toccate figlio d’altri
Nè in casa nè in campagna.)
  Sicilia 

Santa Barbara ntu munti stava,
di lampi e di trona nun si scantava,
si scantava dill’ira di Diu,
Santa Barbara amuri miu.
(Santa Barbara stava sul monte,
non si spaventava di lampi e di tuoni,
si spaventava dell’ira di Dio,
Santa Barbara amore mio.)

Santa Barbaredda,
affacciata a la finestredda
carmàti 'sta timpesta;
mannàtila unni 'un cc'è suli,
unni 'un cc'è luna,
unni 'un cc'è nissuna criatura.
(Santa Barbara,
affacciata alla finestra
calma questa tempesta;
mandatela dove non c’è sole,
dove non c’è luna,
dove non c’è nessuna creatura.)

Oh Virgini Santa Barbara,
virginedda e martiri,
riggina e imperatrici,
in paradisu siti na rosa,
di Diu sposa filici.
Vui siti na gran Santa,
ca prigati lu Spiritu Santu,
lu prigati in ginucchiuni,
pi nuatri piccaturi.
(Oh Vergine Santa Barbara,
vergine e martire,
regina e imperatrice,
in paradiso siete una rosa,
di Dio sposa felice.
Voi siete una grande Santa,
che pregate lo Spirito Santo,
lo pregate in ginocchio,
per noi peccatori.)


Segui lo Speciale: